Angelo Carella

Angelo Carella

ematologo, oncologo

Genova, Milano, Roma,

IL DR. ANGELO CARELLA NASCE A SAN SEVERO E SI LAUREA NEL 1972 PRESSO LA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA DI GENOVA, OTTENENDO,POCO DOPO, L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE. DECIDE IN SEGUITO... per saperne di più

Casa di Cura Villa Rosa - Clinica Montallegro

Casa di Cura Villa Rosa - Clinica Montallegro

    • Via Montezovetto 27
    • 16145 Genova, GE
  • Mostra numero

  • Mostra numero

Scegli l'orario più opportuno e fissa un appuntamento!

{0}{1}

Centro Polispecialistico Pacini- Milano

Centro Polispecialistico Pacini- Milano

    • Via Giovanni Pacini 15
    • 20131 Milano, MI
  • Mostra numero

  • Mostra numero

Scegli l'orario più opportuno e fissa un appuntamento!

Clinica Villa Pia

Clinica Villa Pia

    • Via Bernardino Ramazzini, 93
    • 00100 Roma, RM
  • Mostra numero

  • Mostra numero

Scegli l'orario più opportuno e fissa un appuntamento!

Clinica La Madonnina

Clinica La Madonnina

    • Via Quadronno 29
    • 20122 Milano, MI
  • Mostra numero

  • Mostra numero

Scegli l'orario più opportuno e fissa un appuntamento!

Recensioni dei pazienti

Specializzazioni & Patologie curate

Specializzazioni

  • Ematologia
  • Oncologia Medica

Patologie curate

  • Leucemia
  • linfoma
  • Trapianto autologo ed allogenico, Patologie della coagulazione
  • Policitemia, Trombocitemia, Mielofibrosi, Mielodisplasia
  • Anemia, Piastrinopenia, Patologia dei globuli bianchi, Mieloma
  • Coagulopatie
  • Linfoadenomegalie
  • Altro

Prestazioni

  • Consulenza ematologica oncologica e non oncologica

    150 €

Su di me

placeholder

IL DR. ANGELO CARELLA NASCE A SAN SEVERO E SI LAUREA NEL 1972 PRESSO LA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA DI GENOVA, OTTENENDO,POCO DOPO, L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE. DECIDE IN SEGUITO DI SPECIALIZZARSI DAPPRIMA IN ONCOLOGIA, CONCLUDENDONE BRILLANTEMENTE IL PERCORSO NEL 1978 PRESSO LO STESSO CENTRO UNIVERSITARIO IN CUI AVEVA INIZIATO E CONCLUSO LA PRIMA FASE DEI SUOI STUDI, E POI IN EMATOLOGIA CLINICA E DI LABORATORIO NEL 1981 SEMPRE A GENOVA. IL DR. CARELLA E' DIRETTORE DELLA DIVISIONE DI EMATOLOGIA 1 E 2 DELL'OSPEDALE SAN MARTINO DI GENOVA.
TRA IL 1991-1997 E' PROFESSORE A CONTRATTO PRESSO LA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DELLA CATTEDRA DI EMATOLOGIA DELL'UNIVERSITA' DI PARMA.
TRA IL 1997-2013 E' PROFESSORE A CONTRATTO PRESSO LA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DELLA CATTEDRA DI EMATOLOGIA DELL'UNIVERSITA' DI GENOVA.
ESPERIENZE PROFESSIONALI
DI SEGUITO GLI INCARICHI RICOPERTI:
• 2001 PRIMARIO DIVISIONE DI EMATOLOGIA E CENTRO TRAPIANTI DI MIDOLLO OSSEO IRCCS CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA - SAN GIOVANNI ROTONDO
• 2001 DIRETTORE DIPARTIMENTO DI ONCOEMATOLOGIA IRCCS CASA SOLLIEVODELLA SOFFERENZA - SAN GIOVANNI ROTONDO
• 2005 PRIMARIO DIVISIONE DI EMATOLOGIA 1 - AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SAN MARTINO DI GENOVA
IL PROF. A.M. CARELLA HA PARTECIPATO ATTIVAMENTE ALLA REALIZZAZIONE DEL PRIMO TRAPIANTO ALLOGENICO IN ITALIA NEL 1974 A GENOVA (BRIT.J. HAEMATOLOGY 1977), HA EFFETTUATO IL PRIMO TRAPIANTO AUTOLOGO IN EUROPA NEL 1979 (TUMORI 1981; CANCER 1984). E' TRA I PRIMI AL MONDO A STUDIARE L’IDARUBICINA NELLE LEUCEMIE ACUTE (CANCER 1985), HA MESSO A PUNTO IL PROTOCOLLO ICE (IDARUBICINA, CITARABINA ED ETOPOSIDE) NELLA TERAPIA DELLE LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA, ATTUALMENTE UTILIZZATO A LIVELLO INTERNAZIONALE (LEUKEMIA RESEARCH 1985; LEUKEMIA 1993), HA DIMOSTRATO PER LA PRIMA VOLTA LA PRESENZA DI CELLULE STAMINALI NORMALI NEL SANGUE PERIFERICO DI PAZIENTI CON LEUCEMIA MIELOIDE CRONICA DOPO TERAPIA MIELOBLASTOLITICA; INOLTRE TALI CELLULE SONO STATE UTILIZZATE COME “RESCUE” DOPO ALTE DOSI DI CHEMIOTERAPIA (AUTOTRAPIANTO) (JOURNAL OF CLINICAL ONCOLOGY 1997; BLOOD 1999).
HA DIMOSTRATO PER PRIMO L’IMPORTANZA DEL TRAPIANTO ALLOGENICO NON-MIELOABLATIVO (RICT) (HAEMATOLOGICA 1998, BONE MARROW TRANSPLANTATION 2001, BLOOD 2010). DA ALLORA TALE PROCEDURA È UTILIZZATA IN TUTTO IL MONDO NELLA GRANDE MAGGIORANZA DEI PAZIENTI CHE DEVONO RICEVERE UN TRAPIANTO ALLOGENICO.
È STATO IL PRIMO AD UTILIZZARE IL “DOUBLE TRANSPLANT” (AUTOTRAPIANTO SEGUITO DA TRAPIANTO ALLOGENICO NON-MIELOABLATIVO - RICT) NEL CARCINOMA METASTATICO DELLA MAMMELLA E NELLE EMOPATIE AD ALTO RISCHIO (JOURNAL OF CLINICAL ONCOLOGY 2000; CANCER TREATMENT RESEARCH 2002; THE LANCET 2005; ANNALS OF ONCOLOGY 2007).
HA DIMOSTRATO IN UNO STUDIO RANDOMIZZATO INTERNAZIONALE NEL LINFOMA DI HODGKIN AD ALTO RISCHIO LA NON INFERIORITÀ DELLA TERAPIA CONVENZIONALE RISPETTO ALLA STESSA TERAPIA SEGUITA DA AUTOTRAPIANTO (JOURNAL OF CLINICAL ONCOLOGY 2003; HAEMATOLOGICA 2009)
HA RECENTEMENTE DIMOSTRATO CHE IN PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI LEUCEMIA MIELOIDE CRONICA POSSANO ESSERE PRESENTI MUTAZIONI DEL BCR-ABL GIÀ ALLA DIAGNOSI (LEUKEMIA AND LYMPHOMA 2010); A SEGUITO DI TALE SCOPERTA HA RECENTEMENTE PUBBLICATO UN’IPOTESI DI TERAPIA INNOVATIVA (ANNALS OF HEMATOLOGY 2010).
HA RICEVUTO UNA TARGA DALLA "Fondazione Italiana Linfomi", PER LA SUA ATTIVITA' NELLA DIAGNOSI E CURA DEI LINFOMI.

IN SINTESI, L’ATTIVITÀ ASSISTENZIALE E SCIENTIFICA DEL PROF. A.M. CARELLA È STATA CARATTERIZZATA DA UN NOTEVOLE INTERESSE NELLA BIOLOGIA E TERAPIA IN EMATO-ONCOLOGIA

ALTRO
• HA PUBBLICATO OLTRE 350 LAVORI SU RIVISTE SCIENTIFICHE NAZIONALI ED INTERNAZIONALI, 110 CAPITOLI PER LIBRI DI EMATOLOGIA ED ONCOLOGIA.
• E' EDITORE DI 8 VOLUMI (DA SOLO O IN COLLABORAZIONE CON ESPERTI INTERNAZIONALI).
• PARTECIPA A NUMEROSI TRIALS CLINICI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI CONDOTTI SECONDO LE NORME GCP

Formazione

  • Università di Genova

Competenze linguistiche

  • Inglese

Premi e riconoscimenti

  • Targa ricevuta dalla "Fondazione Italiana Linfomi", per la l'attività nella diagnosi e cura dei Linfomi

  • HA PARTECIPATO ATTIVAMENTE ALLA REALIZZAZIONE DEL PRIMO TRAPIANTO ALLOGENICO IN ITALIA NEL 1974 A GENOVA (BRIT.J. HAEMATOLOGY 1977)

  • HA EFFETTUATO IL PRIMO TRAPIANTO AUTOLOGO IN EUROPA NEL 1979

  • TRA I PRIMI AL MONDO A STUDIARE L’IDARUBICINA NELLE LEUCEMIE ACUTE (CANCER 1985)

  • HA MESSO A PUNTO IL PROTOCOLLO ICE (IDARUBICINA, CITARABINA ED ETOPOSIDE) NELLA TERAPIA DELLE LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA, ATTUALMENTE UTILIZZATO A LIVELLO INTERNAZIONALE (LEUKEMIA RESEARCH 1985; LEUKEMIA 1993)

  • HA DIMOSTRATO PER LA PRIMA VOLTA LA PRESENZA DI CELLULE STAMINALI NORMALI NEL SANGUE PERIFERICO DI PAZIENTI CON LEUCEMIA MIELOIDE CRONICA DOPO TERAPIA MIELOBLASTOLITICA; INOLTRE TALI CELLULE SONO STATE UTILIZZATE COME “RESCUE” DOPO ALTE DOSI DI CHEMIOTERAPIA (AUTOTRAPIANTO) (JOURNAL OF CLINICAL ONCOLOGY 1997; BLOOD 1999)

  • HA DIMOSTRATO PER PRIMO L’IMPORTANZA DEL TRAPIANTO ALLOGENICO NON-MIELOABLATIVO (RICT) (HAEMATOLOGICA 1998, BONE MARROW TRANSPLANTATION 2001, BLOOD 2010). DA ALLORA TALE PROCEDURA È UTILIZZATA IN TUTTO IL MONDO NELLA GRANDE MAGGIORANZA DEI PAZIENTI CHE DEVONO RICEVERE UN TRAPIANTO ALLOGENICO

  • È STATO IL PRIMO AD UTILIZZARE IL “DOUBLE TRANSPLANT” (AUTOTRAPIANTO SEGUITO DA TRAPIANTO ALLOGENICO NON-MIELOABLATIVO - RICT) NEL CARCINOMA METASTATICO DELLA MAMMELLA E NELLE EMOPATIE AD ALTO RISCHIO (JOURNAL OF CLINICAL ONCOLOGY 2000; CANCER TREATMENT RESEARCH 2002; THE LANCET 2005; ANNALS OF ONCOLOGY 2007)

  • HA DIMOSTRATO IN UNO STUDIO RANDOMIZZATO INTERNAZIONALE NEL LINFOMA DI HODGKIN AD ALTO RISCHIO LA NON INFERIORITÀ DELLA TERAPIA CONVENZIONALE RISPETTO ALLA STESSA TERAPIA SEGUITA DA AUTOTRAPIANTO (JOURNAL OF CLINICAL ONCOLOGY 2003; HAEMATOLOGICA 2009)

  • HA RECENTEMENTE DIMOSTRATO CHE IN PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI LEUCEMIA MIELOIDE CRONICA POSSANO ESSERE PRESENTI MUTAZIONI DEL BCR-ABL GIÀ ALLA DIAGNOSI (LEUKEMIA AND LYMPHOMA 2010); A SEGUITO DI TALE SCOPERTA HA RECENTEMENTE PUBBLICATO UN’IPOTESI DI TERAPIA INNOVATIVA (ANNALS OF HEMATOLOGY 2010).

  • Altro

Pubblicazioni

  • HA PUBBLICATO OLTRE 350 LAVORI SU RIVISTE SCIENTIFICHE NAZIONALI ED INTERNAZIONALI, 110 CAPITOLI PER LIBRI DI EMATOLOGIA ED ONCOLOGIA

  • E' EDITORE DI 8 VOLUMI (DA SOLO O IN COLLABORAZIONE CON ESPERTI INTERNAZIONALI).